mercoledì 4 febbraio 2015

Puntata 147, IL PODCAST

Inizio di puntata con Solange Manfredi con cui parleremo del nuovo presidente della Repubblica Mattarella e della collaborazione tra nazisti e Cia nel dopoguerra per destabilizzare l'Italia. Dopo la scheda di Maestro di Dietrologia su Mattarella, intervento di Luca su alimentazione (in particolare su le ricerche di Paladino) e quello che sta accadendo in Cina a livello monetario. Con la partecipazione di Paolo Franceschetti. Border Nights va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network e New life radio. Per intervenire: bordernights@webradionetwork.eu



2 commenti :

  1. Ragazzi, la qualità di Border Nights si riconferma sempre altissima...
    Ospiti e argomenti sempre di altissimo livello, in particolar modo ho ultimamente apprezzato gli interventi di Solange.
    Molto illuminanti e sopratutto corredati da validissimi argomenti.

    Riguardo al discorso sui cosiddetti "debunkers" in merito alla questione Marcianò e/o Franceschetti...
    Molto spesso, come insegna Malanga (e non solo lui), la risposta è già insita nella domanda, proprio perchè gli eventi sono unici e non duali come appaiono...; mi spiego meglio: perchè impiegare così tanti uomini, mezzi ed energie per negare una cosa, se quella cosa è una bufala stratosferica? Perchè questi negazionisti stanno sempre così all'erta e son così pronti all'insulto ed allo sberleffo gratuito?

    Perchè invece di "sbufalare" e basta, cose che, a detta loro, non esisterebbero, non si attivano anche e/o invece a SOSTENERE chi si batte contro altre forme di ingiustizia in altri ambiti, dove ci sarebbe veramente l'imbarazzo della scelta..Se è vero che son mossi solo dal desiderio di ristabilire la verità delle cose...

    Quando uno nega a gran voce l'esistenza di qualcosa lo fà solo per due ragioni:
    1) La cosa esiste e non vuole assolutamente che gli altri ne vengano a conoscienza.

    2) E' lui ad aver paura che la cosa sia vera , perchè in tal caso non saprebbe come rapportarsi ( e allora è un normalissimo ed umano meccanismo inconscio di difesa ).

    O sennò, di fronte ad una cosa bizzarra, l'atteggiamento sarà di amichevole e timida curiosità... , nulla più..., se poi la si ritiene assurda, la si bolla come "stronzata" , non la si degna più di nota e tanti saluti...( come facciamo tutti quotidianamente, con le balle della pubblicità o di gossip vari )

    Vi ricordate negli anni '80 quelle persone (anche politici) che negavano l'esistenza della mafia? Che chiedevano, ma dove stà questa mafia? io non la vedo, cos'è 'sta parola cosa nostra ? ( su youtube c'è un video di Totò Riina in tribunale che dice proprio così) che per accusare quei "galantuomini" ci volevano PROVE PROVE PROVE...etc. tutte "minchiatissime" le chiamavano...; E se sentivi uno che ti rispondeva così, proprio da questo capivi che, come minimo, costui era colluso con la mafia...
    Non ci si accanisce a negare l'esistenza di qualcosa che non c'è, è così chiaro...

    Poi arrivarono Falcone e Borsellino, e l'esistenza della mafia venne riconosciuta "ufficialmente"...
    Quante analogie eh? Come dice Solange, il solito protocollo che si ripete...;
    Oppure come la questione di Fabrizio Corona...; tutti che si spendono nel dire che ci son criminali ben peggiori di lui che invece stanno fuori...; verissimo!!! ma scusate: allora battetevi per mandare dentro ANCHE quelli che invece vengono assolti...; battetevi perchè la legge sia davvero uguale per tutti, e non invece, per liberare un colpevole, perchè è ingiusto che dei colpevoli peggiori vengono assolti...( se vi stà davvero a cuore la giustizia!!! )

    Insomma, rovesciando le questioni si trova la risposta, non andandogli dietro...

    Ho forse detto delle sciocchezze ?

    Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "GALANTUOMINI" come appunto Sergio Mattarella, secondo L'INSISTENTE definizione che ne ha dato Renzi. Un Galantuomo, un Galantuomo, un Galantuomo... Sapete no, in Sicilia, in certi ambienti, in uno specifico codice di linguaggio usato anche da Riina, fra l'altro, COSA vuol dire "Galantuomo"...??? I termini non vengono usati a caso, ma veicolano messaggi ed avvertimenti reconditi, sia all'interno della Massoneria che della Mafia, che hanno entrambe un loro LINGUAGGIO IN CODICE...

      Elimina